Restiamo umani e apriamo gli occhi e la mente!

di NICOLA VENOSTI – Io non posso pensare (non voglio) che molti anche nel movimento abbiano perso ogni barlume di umana civiltà, o almeno di sensibilità cristiana (e lo dice uno come me che non è religioso nel senso di chiesa, preti ecc.); abbiamo assistito a stragi di ogni tipo, le abbiamo anche commesse, anche se la "storia" lo nasconde, gli italiani in Africa hanno commesso genocidi orribili esattamente come al giorno d’oggi Israele (che non dovrebbe proprio, per la sua storia di sofferenza) nei confronti dei palestinesi, un’intera etnia massacrata ed espropriata delle proprie terre. Oggi assistiamo ad un evento storico di portata incredibilmente grave, dopo quello della ex Jugoslavia, distrutta dallo strapotere statunitense ed appoggiato dalle nazioni dominanti mentre paesi vinti come Italia e Germania sono ridotti ad un ricettacolo di basi militari e bombe atomiche; questo ci sembra normale…

Milioni di persone che fuggono dalle bombe piene di "democrazia" per morire in mare o in una valigia oppure arrestati e rinchiusi in lager se non presi a calci da benpensanti ai quali bisognerebbe rifondare il cervello. Ci preoccupiamo di Renzi e di questa casta ed è un dovere farlo, un dovere cambiare e ridare l’Italia ai cittadini, ma se i cittadini sono questo, se sono diventati dei tele-rincoglioniti senza un barlume di decenza rispetto al valore della vita umana, magari vantandosi di essere cristiani e pieni di affetto, sono destinati per sempre a rimanere sudditi di una politica globalizzata, la stessa alla quale risponde Renzi e la casta; non è un fatto solo nazionale ma molto più ampio. Siamo dalla parte sbagliata, siamo una nazione vinta e continuiamo a pagare dazio da circa 70 anni ormai, dobbiamo puntare alla nostra indipendenza reale, oggi il nostro e molti altri paesi non parlano la loro lingua, non vestono i propri costumi, non cantano le loro canzoni, non danzano i loro balli, non mangiano i loro cibi. Non siamo più un popolo ma delle individualità, come insegna tanta pubblicità; un popolo di individui slegati è un popolo senza un anima propria, l’indifferenza è la normalità, una ben triste normalità.

Un popolo unito non può essere vinto. Tanti uomini e donne illustri del passato, spesso dei martiri, hanno detto che i mezzi di comunicazione ci faranno odiare gli oppressi ed amare gli oppressori ed è quello che succede ogni giorno sotto i nostri occhi che, troppo impegnati a ricercare effimere bellezza d’animo, dolcezza e comprensione, sono maledettamente chiusi, testardamente chiusi davanti alla sofferenza ed ai veri responsabili di questo immane disastro generato dagli interessi colonialistici. I mass media non condizionano soltanto la politica interna, (certo quando ci toccano il portafoglio ci fa male e sentiamo tutto il dolore…) ma quando si tratta di politica estera è la stessa cosa, ci dicono quello che dovremmo pensare, come prendere a calci degli esseri umani scampati a bombe, al mare e che hanno perso tutto.

Certo siamo molto sensibili ai nostri amici a quattro zampe, per loro faremmo di tutto ma la nostra carità cosi cristiana si ferma lì. Penso a quegli eroi – cristiani e non – che rischiarono la propria vita per aiutare gli ebrei perseguitati dai nazisti. Oggi siamo di fronte ad un nuovo nazismo, non meno brutale ed inumano. Accendete il cervello, la responsabilità di questa tragedia non è di quella gente che scappa, ma delle bombe che abbiamo vomitato sulle loro case e sul loro paese. Occorre ragionare, l’avversario non è soltanto questo burattino che si chiama Renzi; non lasciamo crescere in noi questo mostro che divora la nostra essenza di esseri umani. Io sono nato libero e voglio morire libero a qualunque costo, i miei occhi sono aperti, la mia mente è aperta e la ragione e la consapevolezza non passano per le televisioni di regime, che inculcano odio e falsificano la verità. Restiamo umani!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...