Bologna, 17 maggio: Incontro della Sinistra socialista, azionista e repubblicana

Si è tenuto a Bologna il 17 maggio 2014 un incontro preliminare tra alcuni rappresentanti di forze della Sinistra socialista, azionista e repubblicana.
All’incontro organizzato da Sinistra d’Azione erano presenti delegati del Network per il Socialismo Europeo, della Rete Socialista – Gruppo di Volpedo, del Circolo Rosselli di Milano, Sinistra d’Azione, Sinistra PSI, Lega dei Socialisti Livorno, Repubblica e Progresso e del Movimento RadicalSocialista.
La Segreteria nazionale di MRS era rappresentata da Francesco Gismondi e Germana Foscheri.

I compagni e le compagne azionisti, che ringraziamo per l’organizzazione dell’incontro, hanno posto in discussione la possibilità di creare una rete di collegamento permanente che permetta di condividere un percorso comune su alcuni temi che vedono, per ragioni culturali e politiche, la naturale convergenza di tutte le forze che si richiamano agli ideali dell’area della sinistra laica e socialista.

Gli interventi hanno messo in evidenza il grave pericolo che corre il sistema democratico italiano a seguito di leggi elettorali passate e di quelle in preparazione (Italicum), si è evidenziata con sfumature diverse la forte critica alle politiche liberiste del Partito Democratico e il sostegno quasi unanime alla candidatura del compagno Alexis Tsipras per la Presidenza della Commissione Europea.

Come radicalsocialisti abbiamo molto apprezzato il clima di sincero confronto e vicinanza che si è espresso durante il dibattito. Un clima reso estremamente interessante dalla varietà delle correnti ideologiche presenti: socialista di sinistra, liberalsocialista, azionista e repubblicana di sinistra, culture politiche che hanno ancora molto da dire e da proporre per lanciare un nuovo modello democratico e la giustizia sociale nel nostro paese.
L’idea di riunire in un solo e plurale soggetto politico le varie anime della Sinistra laica e socialista è stata esposta da alcuni ma ritenuta per ora, solo per ora, ancora prematura. Il lavoro di coinvolgimento di tutte le realtà interessate richiederà tempi lunghi e per questo si è deciso di coordinarci attraverso nuovi incontri futuri a cui speriamo di aggiungere nuove realtà e forze, presenti ma frammentate sull’intero territorio nazionale, e di costituire una rete permanente attraverso gli strumenti digitali.

Il primo impegno politico,  determinante la presenza del compagno Felice Besostri autore dei ricorsi contro il Porcellum e l’attuale legge elettorale europea, sarà quella di sostenere con decisione l’azione contro l’Italicum e le modifiche costituzionali su cui verrà chiamato a decidere un parlamento eletto con una legge elettorale incostituzionale.

E’ un inizio a cui come radicalsocialisti daremo il nostro contributo in termini organizzativi e politici.

Francesco Gismondi per la Segreteria nazionale MRS

Annunci

Un abbraccio e buon lavoro a tutti noi !

Compagne e compagni radicalsocialisti,

in qualità di Co-Portavoce uscente permettetemi di fare i migliori auguri di buon lavoro alla compagna Katia Bellillo e al compagno Simone Genovese che ci rappresenteranno nel 2014.

MRS come sapete non è un partito o un movimento di tipo “classico”. Siamo un laboratorio politico, un contenitore di uomini e donne liberi che, proprio perchè legati dall’adesione ai principi libertari del Socialismo e del Radicalismo storico, fortemente rivendicano il diritto al libero pensiero.
In MRS nessuno si autocensura e tutte le riflessioni entrano a far parte di un dibattito collettivo.

Questa caratteristica fondamentale rende la gestione del Movimento molto difficile ma allo stesso tempo straordinariamente affascinante e costruttiva.
Il compito che spetta a questi due splendidi compagni non sarà dunque facile, ma sono certo che con il loro contributo riusciremo a far diventare il Movimento RadicalSocialista un prezioso riferimento per tutti coloro che vogliono costruire una Sinistra nuova, socialista e popolare.

Un augurio e un abbraccio a tutti le compagne e i compagni della nuova segreteria nazionale e a coloro, vecchi e nuovi, che ci rappresentano nei territori.

Permettetemi un augurio particolare a Giancarlo Iacchini che dalla nostra sede di Fano ha tessuto il filo che ci tiene uniti ed ha permesso a MRS di rimanere in piedi anche nei momenti di difficoltà. Grazie compagno Giancarlo.

Chiudo con le parole di un grande italiano troppo presto dimenticato, un radicale come pochi e nostro “maestro”, Felice Cavallotti«Abbiamo una sola parola d’ordine: onestà; una religione: giustizia ed eguaglianza, libertà e progresso; un’arma: il coraggio delle nostre opinioni».

Auguri compagni, grazie.

Francesco Gismondi – Desenzano del Garda (Brescia)

Il costo della Democrazia

Democracydi Francesco Gismondi, coordinamento nazionale Portavoce MRS

Iniziano a filtrare le prime notizie sul lavoro dei cosiddetti “saggi”.
Ecco cosa scrive La Repubblica: “Dimezzamento dei parlamentari: si cambiano i criteri di rappresentatività alla Camera (un deputato ogni 120mila elettori). I deputati passerebbero così da 630 a 470. In più il Senato verrebbe sostituito dalla Camera delle Regioni i cui membri saranno indicati dai consigli regionali che li pagheranno con l’attuale stipendio. Con il taglio di 315 senatori a carico dello Stato i parlamentari passerebbero dunque da 945 a 470.”

E ancora: “Accordo anche sulla riforma dei regolamenti parlamentari: più poteri per governo e maggioranza con tempi certi per l’approvazione delle leggi bilanciati da uno Statuto dell’opposizione. Sulla forma di governo Quagliariello vuole il semipresidenzialismo caro a Berlusconi mentre gli altri tre saggi spingono per un rafforzamento dei poteri del premier.”

Noi Radicalsocialisti crediamo che la “democrazia rappresentativa” debba gradualmente evolversi verso forme di “democrazia partecipativa” per rendere sempre più ampia la partecipazione popolare.

Non saremo certo noi, socialisti libertari, a difendere questo Stato inefficiente e autoritario ma non possiamo certo estraniarci e rimanere indifferenti di fronte a ipotesi che vanno decisamente nella direzione contraria. Continua a leggere